NEUROSCIENZEINTEGRATE


Vai ai contenuti

DEMENZA FRONTALE

NEUROLOGIA > DEMENZE

DEMENZA FRONTALE

Frontotemporal dementia Ŕ un nuovo nome per la malattia di Pick , le modificazioni comportamentali iniziano spesso con apatia e disinteresse, che possono essere scambiae per depressione.
I sintomi di disinibizione possono suggerire la psicosi manicale, il disturbo ossessivo compulsivo o una sociopatia da disordine di personalitÓ (Gregory e Hodges 1996).

L'atrofia Frontotemporale Ŕ dimostrata con CT e/o MRI e/o SPECT.

In numerosi studi sono stati coniati nuovi eponimi come:

  • degenerazione del lobo frontale (Brun 1987)
  • dementia del lobo frontale (Neary et al 1988)
  • frontotemporal dementia (Brun et al 1994)


La sindrome all'inizio pu˛ essere caratterizzata da :

  • alterazioni delle funzioni esecutive, (come l'incapacitÓ di pianificare o eseguire compiti complessi).
  • disordine dell'attenzione
  • impulsivitÓ
  • facile distraibilitÓ
  • amnesia a breve termine.


Quando appaiono anche le disinibizioni ed il comportamento antisociale, la diagnosi Ŕ inequivocabile .

Ai sintomi descritti sopra si possono associare i seguenti comportamenti:
Comportamento infantile, comportamenti sessuali non appropriati, impazienza, guida imprudente, scherzo non appropriato, routine perseverative, vagabondaggio , insistenza al consumo di certi cibi , apporto di cibo eccessivo, rubare ,chiedere l'elemosina , spogliarsi in pubblico o urinare e/o defecare nei posti meno idonei, trascurare la propria igiene personale .
Alcuni di queste caratteristiche sono descritte nel lavoro di Neary e colleghi (Neary et al 1998).


Torna ai contenuti | Torna al menu